La paura in un sorriso

<<Dai muoviti che facciamo tardi!>> Ero sempre lì, seduta sulla solita panchina, con la solita coda da cavallo, la solita maglietta, nei soliti spogliatoi. Mi alzai, aprii la porta, e subito intravidi il mio riflesso in quello specchio gigante. i raggi del sole penetravano dalle tende e, in penombra, vidi quegli occhi assonnati che osservavano…

Il mio mito

Dedalo e Icaro. Bella storia, ma non sicuramente il loro rapporto. Dedalo era un uomo che teneva molto al proprio lavoro e per questo non prestava tante attenzioni a suo figlio. Tutto il contrario del rapporto tra me e mio padre. Anche lui è un uomo che tiene al suo lavoro ma trova sempre del…

Lei lo sa

Ero sdraiato nel letto e intorno a me era tutto buio. Si sentivano voci in sottofondo e la TV era accesa. L’odore intenso di bagnoschiuma e quello dolcissimo del dolce appena sforntato riempivano la stanza. All’improvviso sentii mia madre che mi disse: <<Svegliati! Veloce che facciamo tardi!>> Mi vestii, mi misi le scarpe e corsi…

Incatenata.

<<Gretaaaaaa! Alzati! É tardi!>> All’improvviso mi si spalancarono gli occhi e sentii quella voce dal primo piano. Ero lì; nella solita stanza, nel solito letto e con la solita mamma che mi chiamava, urlando, dal primo piano. Mi girai e rigirai nel letto cercando di alzarmi ma non ci riuscii. Pensai: “cosa?! sono diventata una…

É un no.

Quella trave maledetta. La odiavo da sempre e continuavo a guardarla con occhi di fuoco. “Non ci salgo più!” Questo era quello che pensavo quel pomeriggio entrando in palestra. Il pavimento era verde smeraldo, c’erano tappeti ovunque e le spalliere di legno trasandato scricchiolavano. L’ambiente rimbombava di suoni e rumori: c’erano le mie amiche che…

Mouse

“Mouse! Dove sei!?” Lo avevo perso, era sparito, continuavo a chiamarlo ma niente, neanche un miagolio. Ero disperata, correvo su e giù per tutto il mio immenso giardino pieno di alberi e piante dove Mouse si poteva essere fatto male. Ah, se non sapete chi è Mouse eccovi accontentati: è il mio gatto cicciotto e…

Storie nella Storia – Maria Paola

Brolo, 2 giugno 1915 L’abbiamo saputo giusto la settimana passata. Papà e Gustavo ci hanno letto la lettera con un misto di onore, commozione, dispiacere e quasi timore. Siamo entrati in guerra da neanche dieci giorni e già il conflitto ci porta via uomini e ragazzi ma, dicono i giornali,  è per il valore della…

Una persona migliore.

“Il 4 settembre 2014 è stato uno dei giorni più belli della mia vita. Come ogni anno, in quel periodo, mi trovavo al mare. Come ogni anno mi godevo gli ultimi giorni di vacanza ma quell’anno sapevo che al mio ritorno, stavolta, ci sarebbe stata ad aspettarmi una sorpresa sensazionale. Stavo leggendo un libro, “Il…

Limpida

Il vento le scompigliava i capelli, le accarezzava le orecchie e il collo e le si infilava gorgheggiando nella camicetta a fiori. Il cielo era di un azzurro terso e immacolato che faceva venire voglia di ridere. E lei rideva e rideva, e guardava le farfalle che si rincorrevano facendo lo slalom tra i fili…

Il primo colpo di remi.

Ho paura. Ma non ho il coraggio di dirlo. Tutti sono emozionati al pensiero di salire sulla canoa mentre io sono terrorizzato. Il solo pensiero di stare su un pezzo di plastica in mezzo ad un lago profondo più di 80 metri mi fa gelare la pelle. Il clima non fa altro che peggiorare la…

La bambola

L’aveva comprata in aeroporto di ritorno da un viaggio di lavoro. Quella bambola avrebbe dovuto diventare la nuova amica della sua piccola Rosa, avrebbe dovuto essere la sua nuova compagna di giochi. Avrebbe. Due sere dopo era dovuto correre in ospedale per un’emergenza. La babysitter sarebbe arrivata da lì a poco ma lui era tranquillo….

Pagine pericolose

Era appena tornato a casa dalla biblioteca comunale. Lì aveva incontrato quell’anziano: ingobbito e rachitico, dalla pelle rugosa e cosparsa di cicatrici. L’uomo gli aveva consegnato un manoscritto antico, consunto ed inquietante. Spinto da un’indomabile curiosità, il ragazzo iniziò a sfogliare il libro. Gli sembrò solamente un mucchio di parole scritte in una grafia indecifrabile…